CORSO DI FOTOGIORNALISMO

>>NOVITÀ 2017/2018 <<

 

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Il corso di fotogiornalismo è rivolto a tutti coloro che sono interessati alla fotografia come metodo incisivo di narrazione e veicolo di informazione visuale su vari temi d’attualità.

Il corso mira quindi a fornire gli elementi necessari per permettere ai fotografi di avvicinarsi all’odierno mercato editoriale del fotogiornalismo con una maggiore consapevolezza delle varie dinamiche che lo caratterizzano.

FINALITÀ DEL CORSO

FOLLAIl corso è concepito come un laboratorio aperto e di confronto nel quale, attraverso la guida del docente, i partecipanti saranno stimolati ed impareranno a:

– comprendere i vari elementi che influiscono sulla resa qualitativa di immagini che “raccontano”;

– sviluppare le proprie capacità di critica ed analisi della narrazione fotografica;

– seguire tutte le fasi necessarie alla produzione di una storia per immagini, dalla discussione degli argomenti alla stesura di un programma di lavoro;

– valutare vari materiali fotografici, individuando quali elementi, in una sequenza fotografica, aiutano a rendere una storia più interessante e comunicativa, per arrivare alla scelta finale delle fotografie e al montaggio della “storia visuale”;

– cercare i contatti editoriali e rapportarsi con essi; cercare finanziamenti per un progetto fotografico.

A  tale percorso teorico se ne affiancherà uno pratico nel quale ogni partecipante sarà incoraggiato a sviluppare un’idea fotogiornalistica personale che, analizzata di lezione in lezione, prenderà lentamente la forma di un vero e proprio progetto.

STRUTTURA DEL CORSO

24

Storia del fotogiornalismo: esposizione di lavori di varie epoche storiche, fino ai linguaggi attuali; “storia fotografica”; “fotografia per le news”.

– Esposizione di alcuni lavori fotografici del docente; analisi preliminare di storie proposte dagli alunni.

–  Le fasi della produzione di una storia per immagini: discussione degli argomenti; stesura di un programma di lavoro; come raccontare una storia per immagini; come concettualizzare e rendere più “autoriale” una storia; dove raccogliere le informazioni.

– Organizzazione di un viaggio fotografico: fare sopralluoghi, cercare contatti, programmare il lavoro. La figura del fixer e la sua importanza per reportage realizzati in zone poco conosciute.

– Iniziare un percorso fotografico. Aspetti etici: rispettare chi si fotografa; come farsi accettare; come rendersi “invisibili” e non interferire con la vita quotidiana.

Uscita pratica per la comprensione delle modalità operative di un fotogiornalista; obiettivi e attrezzature fotografiche da utilizzare per la fotografia di reportage.

– Valutazione della struttura e dello stato di avanzamento dei progetti proposti dagli studenti; visione delle foto, commenti e consigli sulla prosecuzione dei progetti. Prima selezione delle foto presentate.

–  La prima fase dell’editing vero e proprio: l’indirizzo dato ad una storia mediante l’analisi di ogni scatto; aggiornamenti sul progetto/storia presentato da ogni alunno.

– Confronto collettivo sulle storie presentate e sulle fotografie scattate: critica tecnica e stilistica; scelta finale delle foto e sequenza; linea editoriale di un progetto/storia.

– Il  lavoro sul testo di riferimento per il reportage fotografico: l’abstract, l’articolo o il testo di riferimento, le didascalie. Scrivere e fotografare: le foto seguono l’articolo o l’articolo segue le foto? Cosa significa essere al tempo stesso scrittore/giornalista/pubblicista e fotografo.

– Vari modi per finanziare un progetto: ricerca di un supporto economico per un progetto fotografico (grants e crowdfunding). Incontro con un esperto di social e crowdfunding.

– Ricerca dei contatti editoriali: l’agenzia fotografica; il freelance e la scelta di un periodico o una rivista; differenze, vantaggi e svantaggi. L’esperienza come free lance del docente. Come presentarsi ad una redazione ed il rapporto con essa: sito internet, portfolio, sezioni e photoeditors.

IL DOCENTE

giacomo_sini_fotogiornalista

Giacomo Sini, classe 1989, è un fotogiornalista freelance livornese.

Ha viaggiato in numerosi paesi d’Europa, Asia Centrale, Medio e Vicino Oriente, Nord Africa, nel Caucaso e nei Balcani.

È entrato in contatto con le popolazioni di Afghanistan, Iraq, Kosovo, Palestina, Georgia, Ucraina, Libano, Kurdistan e Siria, interessandosi alle storie e ai problemi delle popolazioni colpite dalla guerra, dei rifugiati, delle molte persone incontrate durante i suoi viaggi.

Dopo essersi laureato in Scienze sociali, si iscrive al master di fotogiornalismo contemporaneo ad “Officine Fotografiche Roma” dove svolge un lavoro su Kobane.

In particolare ha seguito l’assedio di Kobane del 2014, entrando nella città nel nord della Syria durante la ritirata di ISIS, e seguendone gli sviluppi. Per questo lavoro ha vinto il primo premio al “Moscow International Photo Award” nella categoria “War/Editorial/Conflict” (2015).

Nel 2016 partecipa ai premi: “One Eye Land Awards” (finalista); “International Photo Awards” (menzione d’onore); “Siena International Photo Awards” (finalista); “2016 Photography Grant” (due nomination); “International Photographer Of The Year Awards” (secondo posto nella categoria “War”); “ND Awards” (terzo posto nella categoria “Editorial – General News”).

Nel 2017 riceve una medaglia d’oro e una di bronzo al “Prix de la Photographie Paris” e il terzo premio al “FIIPA – Fiof Italy International Photo Awards”.

I suoi lavori sono stati pubblicati da L’Express, Neon Stern Magazine, Vice Magazine, Il Caffè Ticino, El País, Il Manifesto, Kansan Uutiset, Die Zeit. Collabora inoltre con Senza Soste, giornale indipendente di Livorno, Wostok Press, Oneshot image collective, Echo Photojournalism e Luz Photography.

ISCRIZIONI

Tutti i nostri corsi sono riservati unicamente ai Soci ARCI.

Si ricorda che ai fini dell’iscrizione al corso non verrà presa in considerazione alcuna prenotazione fatta via e-mail.
L’iscrizione deve essere effettuata presso la segreteria con qualche giorno di anticipo sulla data di inizio del corso stesso.

Tutte le informazioni presenti in questa pagina sono aggiornate al ciclo di studi 2017-2018